Truffe online, le false mail dell’Inps: come riconoscerle?

Continuano i tentativi di truffa tramite mail ai danni degli utenti Inps. Il tentativo di truffa, realizzata sulla rete internet, punta a sottrarre fraudolentemente dati sensibili attraverso messaggi di posta elettronica ingannevoli e di contenuto falso.
L’Istituto informa con un comunicato stampa del 12 settembre 2022, che circolano false mail, le quali attraverso l’utilizzo del logo dell’Ente di Previdenza e con un linguaggio sedicente potrebbero trarre in inganno il soggetto destinatario del messaggio.
Come riconoscere le false mail
Dalle segnalazioni ricevute da Inps, il contenuto del messaggio telematico può riguardare tanto la promessa di un rimborso, quanto la notifica di un mancato versamento contributivo.
In questi casi il mittente richiede un aggiornamento delle coordinate bancarie o un bonifico immediato per evitare sanzioni.
Tali attività si registrano come un vero e proprio tentativo di truffa, in quanto l’Istituto non invia tali comunicazioni via mail e non trasmette allegati in formato “.exe”, né link nel corpo delle proprie comunicazioni.
Cosa fare per evitare di essere truffati
Si raccomandano tutti gli utenti, di prestare massima attenzione qualora vengano raggiunti da dette comunicazioni e di:
non cliccare su eventuali collegamenti esterni contenuti in e-mail o sms presumibilmente trasmessi da Inps;
non scaricare file allegati in formato “.exe”;
verificare sempre il mittente della comunicazione;
consultare, sul sito dell’Inps, il vademecum “Attenzione alle truffe”, periodicamente aggiornato con le ultime segnalazioni pervenute;
informare, in caso di ulteriori dubbi, il contact center (803.164 da fisso, 06.164.164 da cellulare) o i profili social ufficiali dell’Istituto per un’ulteriore verifica.

 

Fonte: pensionati.cisl.it

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?