SPID e anziani: delega per l’identità digitale, come richiederla?

Cos’è SPID

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) è il sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione con un’identità digitale unica.

L’identità SPID è costituita da credenziali (nome utente e password) che vengono rilasciate all’utente e che permettono l’accesso a tutti i servizi online.

Un’unica credenziale (username e password) che rappresenta l’identità digitale e personale di ogni cittadino, con cui è riconosciuto dalla Pubblica Amministrazione per utilizzare in maniera personalizzata e sicura i servizi digitali. 

Come richiedere lo SPID

Per richiedere e ottenere le credenziali SPID occorrono:

  • un indirizzo e-mail
  • un numero di telefono del cellulare
  • un documento di identità valido
  • la tessera sanitaria con il codice fiscale

Una volta raccolti i documenti necessari sarà possibile rivolgersi a uno dei soggetti che erogano le credenziali SPID (Identity Provider).

Se sei iscritto alla FNP puoi richiederlo gratuitamente al CAF CISL di fiducia

Per il rilascio dell’identità digitale SPID è possibile rivolgersi agli oltre 600 sportelli CAF CISL in tutta Italia. Il servizio è erogato su appuntamento, da fissare sul sito, contattando le sedi provinciali o il numero verde gratuito 800800730.

Il CAF CISL ha, infatti, sottoscritto un accordo con LEPIDA per il rilascio della identità digitali SPID.

Il servizio è composto da due fasi:

1) registrazione sul sito Lepida https://id.lepida.it/ (cliccare su registrati e seguire la procedura guidata).

2) identificazione/riconoscimento de visu della persona interessata attraverso documento di identità e tessera sanitaria presso gli sportelli CAF che su appuntamento procedono ai controlli necessari e all’attivazione dell’identità digitale SPID LepidaID.

La prima fase, è svolgibile in autonomia da parte della persona senza l’operatore CAF presente, mentre la seconda sarà svolta direttamente dall’operatore CAF.

Gli iscritti CISL possono richiedere gratuitamente lo SPID rivolgendosi al CAF CISL.

Accesso ai servizi INPS tramite delega

Dal 1° ottobre 2021, al sito dell’INPS si accede solo con lo SPID o, in alternativa, con CIE e CNS. Per chi deve gestire le utenze di genitori, disabili, parenti e amici più anziani meno digitalizzati è possibile presentare le deleghe.

Coloro che hanno difficoltà ad utilizzare in autonomia i servizi online dell’INPS, infatti, possono delegare una persona di fiducia tramite la delega dell’identità digitale.

A chi è rivolto

Possono usufruire della delega dell’identità digitale gli utenti impossibilitati a utilizzare in autonomia i servizi online, i tutori, i curatori, gli amministratori di sostegno e gli esercenti la potestà genitoriale.

Come funziona

Ogni persona può designare un solo delegato. Ogni delegato può essere designato tale da non oltre tre persone. Il limite delle tre deleghe non si applica ai tutori, ai curatori e agli amministratori di sostegno.

In occasione dell’attribuzione della delega, il delegante può definirne il termine di validità. In assenza di una data di fine della validità, la delega è attiva a tempo indeterminato. Il delegante può comunque revocare la delega in qualsiasi momento anche attraverso la propria identità digitale, ad esclusione dei soggetti minori o sotto tutela, curatela, amministrazione di sostegno.

Il delegato può accedere ai servizi dell’INPS al posto del delegante. A tal fine, dovrà autenticarsi con le proprie credenziali SPID/CIE/CNS e successivamente scegliere se operare per sé stesso oppure al posto e per conto del delegante. Le attività svolte dal delegato al posto del delegante sono tracciate.

La delega, qualora sia già registrata, è valida anche per richieste presso gli sportelli dell’INPS dopo l’identificazione del delegato con il proprio documento di identità.

 

Fonte: pensionati.cisl.it