Sbarra: “Azzerare Irpef su premi di risultato, welfare e straordinari contrattati nel privato e anche nel pubblico, detassare le tredicesime”

“La leva fiscale è uno strumento decisivo per difendere salari e pensioni colpiti da un’inflazione pesantissima, costruire una nuova politica dei redditi, rilanciare coesione e sviluppo. Per questo apprezziamo che, dopo le audizioni delle parti, il Governo abbia deciso di verificare con maggior attenzione alcuni contenuti della Legge Delega Fiscale”. E’ quanto sottolinea il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra.

“Siamo convinti che alcuni degli emendamenti proposti vadano nella giusta direzione. Giusto che ci si prenda un tempo di riflessione sull’applicazione della cosiddetta flat tax incrementale, valutata dalla Cisl come tendenzialmente iniqua e materialmente inapplicabile oltre che scarsamente significativa per la maggioranza dei lavoratori. E giusto, altresì, ridurre la tassazione, nel privato ed anche nel pubblico su tutte le voci straordinarie e non ricorrenti, come premi individuali, straordinari e premi di produttività negoziati per i quali da sempre chiediamo l’azzeramento dell’Irpef.
Ci aspettiamo a questo punto conferme anche sul versante delle tredicesime che, per la loro natura universale e in considerazione del periodo di pagamento, potrebbero essere tassate separatamente per tutti i lavoratori tenendo conto della progressività del prelievo fiscale, anche prevedendo scaglioni di azzeramento, in modo da generare un reale beneficio generale, pur mantenendo criteri di equità nella distribuzione degli sgravi”, conclude il leader Cisl.


Fonte: cisl.it