Pensioni all’estero: eliminazione modalità di pagamento con assegno

L’INPS comunica la fine dell’utilizzo degli assegni per il pagamento delle pensioni in Europa.

Si ricorda che attualmente il contratto con Citibank, incaricata della gestione finanziaria delle prestazioni pensionistiche all’estero, prevede che i pagamenti siano eseguiti:

  • in via ordinaria a mezzo accredito su conto corrente bancario intestato al pensionato;
  • in contanti allo sportello di un corrispondente diretto della stessa Citibank (Western Union, nella maggior parte dei paesi).

Soltanto in via del tutto eccezionale, la banca può disporre l’erogazione della pensione mediante spedizione al pensionato di un assegno di deposito non trasferibile.

L’istituto spiega che la regolarità dei pagamenti eseguiti a mezzo assegno spesso è compromessa da ritardi per disservizi postali, se non addirittura da smarrimento o danneggiamento, che obbligano il pensionato a chiedere una nuova emissione.

Tenuto conto di questo, l’Istituto è impegnato a eliminare gradualmente il suddetto strumento di pagamento e sono già state disposte le interruzioni nei riguardi dei pensionati residenti in Austria, Belgio, Tunisia e Australia.

Eliminazione assegni per pensioni in Europa: come funziona

Citibank sta inviando ai beneficiari di pensioni pagate in modalità assegno, residenti nei paesi europei, un modulo diretto all’acquisizione dei dati bancari sui quali localizzare i futuri pagamenti.

I pensionati sono stati invitati a restituire il modulo compilato entro il 15 giugno 2024, con in allegato copia di un documento d’identità del richiedente e un documento bancario con le coordinate bancarie (BIC e IBAN oppure Sort Code e Numero di conto per il Regno Unito), nome dell’intestatario ed eventuale cointestatario del conto.

In assenza del modulo compilato il pagamento della rata di luglio 2024 sarà disposto a sportello presso le locali agenzie di Western Union.

INPS nel suo messaggio tra le altre cose precisa inoltre che:

  • in caso di domanda di riattivazione di pagamenti precedentemente sospesi si richiederanno al pensionato le sopraindicate coordinate bancarie utili all’accredito dei pagamenti. In caso contrario, il pagamento sarà disposto agli sportelli Western Union;
  • a partire dal 1° luglio 2024 Citibank provvederà alla conversione nella modalità in contanti a Western Union di pagamenti di rate di pensione di nuova liquidazione o per le quali sia stato richiesto il trasferimento dall’Italia all’estero. Tale modalità di riscossione rimarrà attiva anche per i successivi pagamenti, fino alla richiesta di variazione.

I pensionati che non abbiano inviato nei termini le comunicazioni dirette alla variazione della modalità di pagamento potranno:

  • contattare il Servizio Citibank di assistenza attraverso l’indirizzo di posta elettronica inps.pensionati@citi.com oppure chiamando il numero +39 02 6943 0693 o i numeri verdi , per ciascun paese, indicati nel sito della Banca all’indirizzo https://www.citibank.com/tts/sa/inps/useful_links.html;
  • avvalersi dell’assistenza qualificata delle strutture INAS CISL;
  • rivolgersi alla Direzione centrale Pensioni, alla  casella di posta elettronica istituzionale PensioniEstero@inps.it.

 

Fonte: pensionati.cisl.it