ISEE 2023, prenota il tuo appuntamento al CAF Cisl

ISEE 2023: tutto pronto per gennaio

 

L’ ISEE si può richiedere in qualunque momento dell’anno, quando serve per presentare una domanda di agevolazione. Tutti gli ISEE presentati in corso d’anno, anche se fatti a dicembre, scadono il 31 dicembre e chi è beneficiario di prestazioni legate al valore Isee deve presentare l’Isee 2023 in tempi brevi per confermare di avere i requisiti e continuare a godere del beneficio senza interruzioni.

Cos’è

L’ISEE, ovvero l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, costituisce il principale strumento di accesso a determinati bonus o prestazioni sociali agevolate. È in pratica la “carta di identità” economica del nucleo familiare, cioè di tutte le persone riportate sul cosiddetto “stato di famiglia” che risultano essere coabitanti presso una determinata abitazione.

Cosa si intende per “nucleo familiare” ai fini ISEE?

La famiglia anagrafica è l’insieme delle persone coabitanti e residenti nello stesso comune, legate da:

vincoli di matrimonio;
parentela;
affinità;
adozione;
tutela;
vincoli affettivi.

A cosa serve

L’ISEE serve a misurare il livello economico complessivo del nucleo familiare, considerando – salvo alcune eccezioni – tutte le voci di “ricchezza” attribuibili a quel medesimo nucleo, come le proprietà immobiliari, le rendite finanziarie, i redditi vari

Chi può fare l’ISEE?

Possono fare l’ISEE tutti i cittadini residenti in Italia che desiderano accedere a prestazioni sociali, agevolazioni, o bonus vari.

 A cosa serve l’ISEE?

L’ISEE è uno strumento con il quale si verifica se una famiglia ha diritto o meno a determinati sussidi, benefici, agevolazioni in base alla propria condizione economica.

Le casistiche sono innumerevoli. Spesso le prestazioni per cui si richiede l’ISEE non sono nazionali ma locali, quindi anche le informazioni e i requisiti di accesso possono cambiare da Comune a Comune e dipendono dal nucleo, dal luogo e dalla singola prestazione richiesta. Ovviamente non è detto che la famiglia, pur essendo in possesso dell’ISEE, abbia poi diritto alla prestazione.

I beneficiari di reddito o pensione di cittadinanza devono richiedere l’ISEE entro gennaio per ricevere regolarmente il pagamento a febbraio (e i successivi), altrimenti le prestazioni verranno sospese fino a quando l’ISEE verrà presentato. Avranno un mese in più 9 milioni di famiglie che ricevono l’Assegno Unico: l’ISEE va presentato entro fine febbraio per continuare a ricevere l’importo con le maggiorazioni spettanti.

Quali documenti servono per l’ ISEE 2023?

Dichiarazione dei redditi e patrimonio sono riferiti al 2021 (quindi servono le CU o la dichiarazione dei redditi 2022 e valore e giacenza media dei conti correnti al 31/12/2021). Per comodità troverete allegato l’elenco completo dei documenti.

Dove fare l’ISEE? Prenota il tuo appuntamento al CAF Cisl

Sono aperte le agende per prenotare l’appuntamento nella sede più vicina, data e ora più comoda per ricevere assistenza gratuita nella presentazione dell’ ISEE.

Per chi preferisce è possibile elaborare l’ISEE anche da casa, iscrivendosi al portale PersonalCaf. Appena la procedura ISEE 2023 sarà disponibile basterà inviare i documenti, rispondere a un breve questionario e l’operatore della vostra sede di riferimento elaborerà la pratica che potrete scaricare direttamente dal portale!

Nelle prossime settimane, si attende l’approvazione dalle Camere della Legge di Bilancio 2023. Tra le varie misure previste, il pacchetto di provvedimenti messo a punto dal Governo Meloni introduce anche una serie di modifiche alla disciplina sull’Indicatore della situazione economica equivalente. Tra le principali novità c’è il declassamento del Modello ISEE, accrescendo l’importanza della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), per la presentazione delle domande per accedere ad alcuni bonus.

 

Fonte: pensionati.cisl.it

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?