Fondo di Credito Inps, le adesioni ENTRO IL 20 FEBBRAIO, la guida

IL FONDO GESTIONE UNITARIA DELLE PRESTAZIONI CREDITIZIE E SOCIALE EX-INPDAP

Fondo di Credito Inps 2021, cos’è?

Esteso con la manovra di Stabilità per l’anno 2008, il Fondo di Credito Inps è lo strumento, come si legge nella scheda informativa dello stesso Istituto, che consente a dipendenti e pensionati pubblici di accedere alle prestazioni dell’area credito e attività sociali dell’ex Inpdap.

Lo strumento pertanto riguarda sia i già pensionati Inpdap chee i dipendenti e pensionati delle amministrazioni pubbliche in generale.

La particolarità del Fondo è che ogni anno eroga servizi e stabilisce le modalità di erogazione, in base al budget disponibile. Non sono pochi i vantaggi per chi è iscritto al Fondo Credito. Infatti all’iscritto vengono garantite diverse prestazioni di natura sociale e creditizia.

Basti pensare che grazie al Fondo si possono ottenere piccoli prestiti, cessioni del quinto, mutui per acquisto di abitazione principale.

Questo dal punto di vista delle prestazioni creditizie.

Nell’ambito del sociale invece, abbiamo convitti e vacanze studio in Italia e all´estero per i figli, oppure borse di studio, master e dottorati di ricerca, ma anche altre prestazioni specifiche per i pensionati.

Si tratta di un Fondo costituito nel 1996 per finanziare prestazioni di credito, welfare e formazione riservate ai dipendenti pubblici in servizio e in pensione nonché alle loro famiglie. Esso costituisce un rilevante esempio di mutualità solidaristica ed intergenerazionale.

I DESTINATARI

Al Fondo Credito sono obbligatoriamente inscritti tutti i dipendenti pubblici appartenenti alle gestioni pensionistiche dell’ex INPDAP.

Fino al maggio 2008 venne data la possibilità di iscrizione volontaria al Fondo anche per i dipendenti e pensionati di tutte le amministrazioni pubbliche non iscritti in precedenza.

Ora, grazie anche alle pressioni esercitate delle Organizzazioni Sindacali, la normativa attuale ha riaperto la possibilità di aderire al Fondo Credito, dal 20 agosto 2021 al 20 febbraio 2022, per quei dipendenti e pensionati di tutte le amministrazioni pubbliche che alla data del 1° gennaio 2020, non risultassero già iscritti.

CONTRIBUTO A CARICO DEGLI ISCRITTI

Le prestazioni erogate dal Fondo Credito sono interamente autofinanziate con il contributo versato dagli iscritti: nessun costo è a carico dello Stato. Il contributo versato per l’iscrizione non ha nulla a che vedere con la contribuzione trattenuta ai fini previdenziali. Si tratta infatti di un contributo aggiuntivo e specifico per poter accedere alle prestazioni offerte dal Fondo Credito.

L’iscrizione decorre dal primo giorno utile del mese in cui è presentata la comunicazione stessa. L’adesione al Fondo Credito è irrevocabile.

Dalla data di iscrizione decorre il relativo obbligo contributivo, applicato direttamente con una trattenuta mensile sulla retribuzione o sulla pensione, nella misura rispettivamente:

  • dello 0,35% della retribuzione per i dipendenti in servizio a tempo indeterminato;
  • dello 0,15% del trattamento pensionistico lordo per i pensionati.

Importante: nessun contributo è dovuto dai pensionati titolari di pensione con un importo inferiore o uguale al trattamento minimo (nel 2022, pari a € 524,34).

Il contributo è a totale carico dell’interessato e non è rimborsabile ancorché non siano state erogate prestazioni.

SERVIZI E PRESTAZIONI A FAVORE DEGLI ISCRITTI AL FONDO CREDITO

Il Fondo Credito fornisce ai suoi iscritti:

  • Varie tipologie di credito (mutui ipotecari da 10 a 30 anni a tasso fisso e variabile; prestiti pluriennali e piccoli prestiti)          
  • Formazione e istruzione dalla scuola primaria ai master universitari
  • Prestazioni per persone non autosufficienti, invecchiamento attivo, sostegno alla salute.

L’Inps mette a disposizione diverse tipologie di intervento attraverso:

Progetto Home care premium. Partecipando al bando Progetto Home Care Premium si potrà aver diritto ad un contributo economico per il rimborso delle spese sostenute per l’assistente domiciliare o a servizi di assistenza alla persona (prestazioni integrative).

Long Term Care. Si tratta di un bando di concorso a favore degli iscritti e dei loro familiari che prevede il riconoscimento di contributi a copertura totale o parziale del costo sostenuto per il ricovero nelle Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) o in Strutture specializzate delle persone con patologie che richiedono cure di lungo periodo.

Case albergo per anziani. L’Istituto offre ospitalità residenziale nelle case albergo di Monte Porzio Catone (Roma) e nella casa albergo “La Pineta” di Pescara.

Estate Inpsieme senior. Si tratta di un bando di concorso annuale per i pensionati iscritti al Fondo ed ai loro familiari per usufruire di soggiorni estivi nelle varie località di mare, di montagna, nelle terme o nelle città d’arte, da luglio ad ottobre.

Screening gratuito per la prevenzione delle più rilevanti patologie oncologiche in favore dei beneficiari di età compresa tra i 57 e i 65 anni

–          tumori della pelle;

–          tumori dell’apparato genitale maschile;

–          tumori dell’apparato genitale femminili

TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ADESIONE

La domanda per aderire al Fondo Credito va presentata , esclusivamente in via telematica, entro e non oltre il 20 febbraio 2022, tramite il Patronato INAS-CISL, oppure direttamente accedendo al sito INPS con le credenziali SPID, CIE, CNS o PIN dispositivo, o infine tramite il supporto del Contact Center Multicanale, al numero verde 803.164 (riservato all’utenza che chiama da telefono fisso) o al numero 06164164 (abilitato a ricevere esclusivamente chiamate da telefoni cellulari con tariffazione a carico dell’utente).

PRECISAZIONE INPS

L’INPS con una nota del 3 febbraio 2022, precisa che, nel caso in cui il lavoratore dipendente pubblico abbia aderito al “Fondo Credito”, durante l’attività di servizio e vuole continuare a godere dei vantaggi generati dall’iscrizione alla gestione credito per i periodi successivi al pensionamento, questo dovrà manifestare nuovamente la volontà di aderire.

Per quanto attiene, le iscrizioni al Fondo per i periodi successivi alla data del 20 febbraio 2022, in riferimento ai lavoratori assunti o trasferiti successivamente al 20 febbraio 2022 presso Enti e Amministrazioni pubbliche, la volontà di aderire deve essere manifestata entro 30 giorni dalla data dell’assunzione o dalla data del trasferimento.

In relazione ai pensionandi (pensionati diretti in data successiva al 20 febbraio 2022), qualora vogliono mantenere in vita tale adesione, dovranno aderire al Fondo entro e non oltre l’ultimo giorno di servizio.

Per il personale in ausiliaria, sottoufficiali prossimi al collocamento in ausiliaria, o ufficiali prossimi alla cessazione dall’ausiliaria, in data successiva al 20 febbraio 2022, dovranno presentare domanda di adesione al fondo credito entro l’ultimo giorno di servizio.

Infine, la nota Inps n. 20, ritornando sulle modalità di presentazione della domanda di adesione, conferma che unico modo di trasmissione della richiesta d’iscrizione è la modalità telematica e che eventuali domande cartacee non saranno prese in considerazione.

 

Fonte: pensionati.cisl.it

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?