Lavoro. Incontro sindacati – ministra Calderone. Sbarra: “Confronto positivo sulle nostre priorità. Si aprano tavoli mirati in vista della prossima legge di stabilità”

“Riteniamo importante l’incontro tra Ministero del Lavoro e Parti sociali a pochi giorni dell’insediamento del nuovo governo . L’auspicio della Cisl e’ che sia il primo passo di un solido cammino partecipato” . Lo ha sottolineato il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra al termine dell’incontro con la ministra del lavoro Calderone. “Molti i dossier da affrontare da subito nel solco di un rinnovato dialogo sociale che non è scontro tra interessi contrapposti ma attivo esercizio di responsabilità su obiettivi comuni . Abbiamo detto alla Ministra che bisogna definire un metodo di lavoro per un confronto strutturato e permanente, aprendo tavoli dedicati su difesa del potere di acquisto di salari, retribuzioni e pensioni indeboliti dall’aumento dei prezzi energetici , dei beni alimentari e di un’inflazione che ha toccato il 12% . È necessario che il governo adotti un nuovo provvedimento urgente per sostenere i redditi della famiglie , lavoratori dipendenti e pensionati, prorogando e rafforzando le misure contro il caro bollette . Bisogna poi affrontare la questione prioritaria della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro in una visione concertata tanto nell’’inasprimento delle misure sanzionatorie quanto nell’investimento su prevenzione e formazione a cominciare dalla scuola. E’ importante aprire subito il tavolo di confronto politico sul tema della previdenza e delle pensioni per scongiurare lo scalone di 5 anni dal primo Gennaio 2023 e per restituire al sistema profili di equità , flessibilità , inclusività , stabilità delle regole. Pensioni di garanzia per giovani e donne, previdenza complementare, strutturalità e allargamento Ape sociale e flessibilità in uscita rimangono le nostre priorità. Altro dossier da aprire quello su politiche attive e ammortizzatori, cogliendo le opportunità previste dal Pnrr per governare questo forte disallineamento tra domanda e offerta , per rilanciare il lavoro sotto il profilo quantitativo e qualitativo , ancorandolo a forti interventi su formazione e crescita delle competenze . Su questi temi chiediamo si aprano tavoli mirati anche per giungere a risultati in vista della prossima legge di stabilità”, ha concluso Sbarra.


Fonte: cisl.it