Piero Ragazzini Andare avanti, questo l'impegno della FNP CISL. Auguri

 Care amiche e cari amici,

si chiude un altro anno difficile.

Lo spettro della pandemia purtroppo incombe ancora nel nostro quotidiano e, generando incertezza e frustrazione, reprime la nostra progettualità e rischia di compromettere ulteriormente le riserve di ottimismo già assai intaccate.

In questa cornice di perdurante fatica, la FNP CISL si è mostrata solida, robusta e soprattutto reattiva. Non solo non abbiamo ceduto alle sirene del disfattismo, ma anzi siamo stati sempre in prima linea nelle scelte e nelle azioni di ripartenza, offrendo assistenza, conforto e speranza.

Abbiamo mostrato creatività, senso di responsabilità, competenza e resilienza.

Barra dritta, siamo andati avanti, tutelando i nostri iscritti, impegnandoci, ad ogni livello, per favorire politiche fiscali, economiche e di welfare onde renderle sempre più eque per le pensionate e i pensionati. Sì, amici, ci siamo stati. Ognuno facendo la propria parte.

Dobbiamo essere orgogliosi di questo; non aver mostrato titubanze e smarrimenti, non esserci mai fermati, proprio mai, restituisce l’immagine di una Federazione composta da persone fortemente motivate, con una visione condivisa nel profondo e, non da ultimo, pronte collettivamente al sacrificio.

Non era banale né scontato, in un tempo come quello che viviamo, con le criticità – non solo pandemiche – e i grandi e talora gravi cambiamenti che abbiamo attraversato, riuscire ad “esservi vicini”.

Centrale per noi è la contrattazione sociale e su quello siamo impegnati da sempre. Siamo pronti a rispondere al meglio alle sfide della ripartenza, tutelando e valorizzando gli anziani e i più fragili sempre con spirito di servizio e senso di responsabilità.

Insieme affronteremo il nuovo anno che già si preannuncia complesso: di certo la FNP sarà impegnata a tutelare e sostenere i pensionati trovando risposte efficaci per i loro bisogni.

Come scrive il poeta Gibran, “nulla impedirà al sole di sorgere ancora, nemmeno la notte più buia”.

Con questa consapevolezza, a voi tutti i miei più sinceri auguri.

                                                                  Piero Ragazzini


Fonte: pensionati.cisl.it