Pensioni - Ganga: “Rendere più giusto ed equo il sistema di previdenza”

“Nella prospettiva del confronto che avremo con il Governo a partire da lunedì prossimo è importante evitare, come è successo anche oggi, di condizionare la trattativa con incursioni tese a indebolire in partenza il negoziato che dovrà porsi il problema della sostenibilità sociale del nostro modello pensionistico”. È quanto sottolinea il Segretario Confederale della Cisl Ignazio Ganga replicando alle dichiarazioni del presidente dell’Inps Tridico. Per quanto riguarda la CISL fra i tanti temi della piattaforma che sosterremo ci sarà quella a sostegno della pensione contributiva di garanzia che secondo la nostra proposta vuole aumentare le tutele dei lavoratori precari, dei giovani, delle donne. La fragilità del mercato del lavoro italiano, la sotto occupazione, la difficoltà ad offrire vere opportunità ai ragazzi e alle ragazze è un gravissimo ostacolo allo sviluppo del Paese, aumenta le diseguaglianze e dobbiamo impegnarci tutti ad offrire prospettive reali di sviluppo e crescita. Tuttavia, bisogna anche rendere più giusto ed equo il sistema di previdenza e la pensione contributiva di garanzia che lunedì proporremo al Governo va in questa direzione perché è necessario sostenere l’assegno pensionistico di coloro che, pur lavorando per molti anni, si troveranno con assegni troppo bassi. Dobbiamo però anche sviluppare di più la previdenza complementare rendendola accessibile a tutti i lavoratori e sostenerla con interventi fiscali adeguati e pertanto il sindacato chiede la riapertura di un semestre di silenzio-assenso per alzare l’attenzione generale sull’importanza di iscriversi ai fondi pensione”.

 

Fonte: cisl.it