Modello ISEE 2022: calcolo, scadenza, chi deve ripresentarlo e cosa c'è da sapere

Il 31 dicembre scadono tutti i modelli ISEE elaborati nel 2021 e da gennaio è possibile elaborare l’ISEE 2022.

L’ISEE si può richiedere in qualunque momento dell’anno, quando serve per presentare una domanda di agevolazione, ma chi è già beneficiario di prestazioni a sostegno del reddito come ad esempio il reddito o pensione di cittadinanza, deve presentare l’ISEE entro fine gennaio per confermare di avere i requisiti per continuare a godere del beneficio.

Si tratta dell’anno nero della pandemia nel quale molte famiglie hanno purtroppo visto i propri redditi e risparmi diminuire. Anche per questo è probabile che proprio il 2022 sarà il primo anno in cui molti richiederanno per la prima volta l’ISEE e le prestazioni sociali collegate.

Cosa bisogna fare per ottenere i certificati

L’ISEE è un modello rilasciato dall’Inps che serve per valutare e confrontare la situazione economica dei nuclei familiari, che viene calcolata sulla base dei redditi e dei patrimoni dei due anni precedenti. Per il 2022 si fa riferimento dunque al 2020.

Per ottenere l’ISEE è necessario presentare la cosiddetta DSU, ossia la Dichiarazione Sostitutiva Unica, che andrà presentata dal primo gennaio, anche se è già stata presentata tra novembre e dicembre di quest’anno. Il calcolo della DSU viene effettuato sulla base dei dati e documenti che riguardano i patrimoni e redditi percepiti chi la presenta e da tutti gli altri componenti del nucleo familiare relativamente ai due anni precedenti. Per il suo calcolo si tengono in considerazione case, conti correnti e altri beni mobili e immobili.

Esistono diversi modelli ISEE: si va da quello ordinario al corrente, che fotografa la situazione non degli anni precedenti ma di quel dato momento in seguito a variazioni, a quello per l’Università che serve agli studenti per accedere alle prestazioni per il diritto allo studio.

Quali i documenti necessari

Per compilare la Dsu e poter effettuare il calcolo del modello ISEE 2022 sono necessari codice fiscale e documenti di identità del dichiarante e di tutti i componenti del nucleo familiare, contratto d’affitto e copia dell’ultimo canone versato, modello 730 o Unico e CUD, certificazioni che attestino compensi, indennità, trattamenti previdenziali e assistenziali, redditi esenti ai fini Irpef, redditi prodotti all’estero, borse e/o assegni di studio, assegni di mantenimento per coniuge e figli, dichiarazione Irap per imprenditori agricoli.

Il patrimonio immobiliare e mobiliare di cui si era in possesso al 31 dicembre 2020 sarà documentato attraverso depositi bancari o postali, libretti di deposito, titoli di stato, obbligazioni, azioni, BOT, CCT, fondi di investimento, forme assicurative di risparmio e gestione del patrimonio mobiliare anche all’estero, certificati catastali, atti notarili di compravendita, successioni, donazione, certificazione della quota capitale residua dei mutui stipulati, targa di autoveicoli e motoveicoli con cilindrata pari o superiore a 500cc.

In caso di disabilità bisogna presentare anche i certificati di invalidità e le spese sostenute per il ricovero in strutture residenziali e per l’assistenza personale.

La domanda e la validità della certificazione

La Dsu si può presentare dal 1° gennaio 2022 all’ente che eroga la prestazione sociale agevolata, al Comune, a un Centro di Assistenza Fiscale, all’INPS (di persona o tramite il sito inps.it) e presso le sedi territoriali.

Una volta presentata la Dsu, il modello ISEE sarà disponibile nel giro di una decina di giorni. La sua validità è fissata, a prescindere dalla data di richiesta, al 31 dicembre 2022. Si segue infatti l’anno solare.

Assistenza gratuita nella compilazione, al CAF Cisl

Per ottenere l’assistenza necessaria alla compilazione della dichiarazione e delle domande da presentare agli Enti erogatori delle prestazioni è possibile rivolgersi ad un qualsiasi ufficio del CAF Cisl su tutto il territorio nazionale che gratuitamente potrà assistervi nella compilazione della dichiarazione utile ad ottenere l’ISEE, e in base al valore potrà indicarvi a quali agevolazioni e bonus potete avere accesso.

E’ possibile già prenotare l’appuntamento per gennaio online sul sito https://www.cafcisl.it/schede-11-prenota_appuntamento  o al numero verde gratuito 800800730. Il Caf Cisl Vi aspetta in sede per assistenza gratuita nella compilazione.

 

Fonte: pensionati.cisl.it