“Ci pare affrettato esprimere giudizi sulla parte fiscale della legge di bilancio basandoci su indiscrezioni giornalistiche non tutte perfettamente coincidenti”. E’ quanto sottolinea il Segretario Confederale della Cisl, Giulio Romani responsabile del dipartimento fiscale. “Per quanto ci riguarda esprimiamo dubbi peraltro su un metodo che, pur in previsione di un confronto con le parti sociali al MEF, lascia trapelare notizie su accordi già confezionati coi partiti che renderebbero solo consultivo il ruolo dei sindacati.
E questo renderebbe irricevibile qualunque impostazione.
Per quanto ci riguarda, riteniamo che le disposizioni della legge di bilancio in materia fiscale devono andare nella direzione di riconoscere un congruo sgravio fiscale a lavoratori dipendenti e pensionati e deve costituire il primo step di una riforma complessiva e più incisiva di cui da subito, con la stessa legge di bilancio, occorre che le direttrici, i tempi reali di realizzazione e gli obiettivi siano tracciati in modo inequivocabile. Anche per tali ragioni il Governo ci convochi subito per discutere delle modalità di riduzione della pressione fiscale su lavoro e pensioni”.

 

Fonte: cisl.it