In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che ricorre il 25 novembre, la Fondazione Onda organizza dal 22 al 28 novembre una settimana dedicata a prestare servizi gratuiti e assistenza alle donne negli ospedali con i Bollini Rosa e nei centri dedicati
In queste strutture verranno offerti gratuitamente alla popolazione femminile servizi clinici, in presenza e a distanza, consulenze e colloqui. Sia i dati della polizia criminale che dei vari istituti di ricerca, nonché in questi ultimi giorni i mass media, denunciano che sono aumentate le violenze e gli omicidi contro le donne e in particolar modo in ambito familiare e affettivo.

Durante la pandemia, però, l’ISTAT ha confermato il soffocamento della voce delle vittime, il lockdown ha oscurato le violenze domestiche. Si registrano, in particolare, le difficoltà nell’intercettazione dei casi di violenza e nel reperire strutture di ospitalità.
Le misure di contenimento in atto dallo scorso anno hanno ulteriormente peggiorato la situazione di molte donne che si sono trovate forzatamente confinate tra le mura domestiche.

La violenza ha molti volti: nessuna maschera per combatterla. È una battaglia culturale per abbattere gli stereotipi sulle donne, che non potrà terminare sin quando le violenze contro le donne, le ragazzine vittime della tratta, le donne anziane, non avranno fine in ogni luogo del mondo.

L’obiettivo di questa settimana è supportare coloro che sono vittime di violenza e incoraggiarle a rompere il silenzio, fornendo strumenti concreti e indirizzi a cui rivolgersi per chiedere aiuto.

I servizi offerti sono consultabili sul sito  www.bollinirosa.it  dove è possibile visualizzare l’elenco dei centri aderenti con indicazioni di date, orari e modalità.

 

Fonte: pensionati.cisl.it